Portofino, boom dei turisti a Pasqua: cosa fare e cosa vedere in un giorno. La Liguria sempre più gettonata per il turismo di prossimità

Scritto da Daniela Palma, 10 Aprile 2023 - Tempo di lettura: 5 minuti

La Liguria si conferma una delle mete turistiche più apprezzate dagli italiani e dagli stranieri. Nel weekend di Pasqua e Pasquetta, infatti, la regione ha fatto registrare un grande afflusso di visitatori, provenienti da diverse parti d’Italia e del mondo

Pasqua da tutto esaurito in Liguria: turisti invadono Genova, treni stracolmi verso le Riviere, Portofino blindata, rischio collasso per le Cinque Terre. La Liguria è al centro dell’attenzione turistica, con turisti e liguri alla ricerca di evasione. Tuttavia, ci sono stati problemi alla viabilità, come a Genova dove le auto hanno reso difficile il traffico nella zona dell’Acquario e del Porto Antico, e i parcheggi sono stati pieni. Treni stracolmi e spiagge affollate sono stati registrati nelle Riviere di Levante e Ponente.

Ristoranti, prati e parchi sono stati affollati da cittadini italiani che hanno scelto di trascorrere il Lunedì dell’Angelo fuori dalle città, nonostante le incertezze legate alle condizioni meteo in alcune zone del centro-sud. A Nervi, molti genovesi hanno trascorso il loro tempo libero passeggiando tra la passeggiata e il verde pubblico.

Portofino ha deciso di istituire una sorta di “zona rossa” tra la celebre Piazzetta, Calata Marconi e i bagni pubblici di molo Umberto I, vietando lo stazionamento di persone in punti di aggregazione o ritrovo di gruppi e crocieristi in attesa di imbarco sui battelli o altro. Questo per evitare problemi di sicurezza e congestionamento pedonale e veicolare. Il sindaco ha reso noto che non ci sarà un numero chiuso per l’accesso a Portofino perché la città è “di tutti”, ma è necessario rispettare questo gioiello.

Le Cinque Terre rischiano il collasso a causa del grande flusso di turisti che le stanno visitando. Il sindaco di Riomaggiore, Pecunia, sta cercando di trovare una soluzione per evitare il collasso delle località turistiche. Si sta pensando a una legge speciale per controllare gli accessi.

La situazione delle autostrade della Liguria degli ultimi tre giorni è stata difficile con tante code che hanno intrappolato i turisti in cerca di un’escursione. Tuttavia, la situazione si è ulteriormente complicata il lunedì dell’Angelo, quando i liguri che avevano lasciato la regione per il ponte festivo hanno cercato di rientrare, contribuendo a un flusso di macchine che ha reso il traffico difficile.

La bellezza di Portofino

Portofino, la Superba, è una delle città più ambite dai turisti. Nel centro storico, si sono visti numerosi visitatori, italiani e stranieri, che hanno passeggiato tra le vie del centro, utilizzando ancora le vecchie cartine o il cellulare per scoprire i segreti della città.

Le lingue straniere si sentono ovunque, con turisti provenienti da tutta Europa e persino dalla Moldavia. Le famiglie con bambini scelgono di visitare l’Acquario, mentre molti altri preferiscono salire sul Bigo per ammirare il porto e la Lanterna. Inoltre, la città offre una vasta scelta di ristoranti e tavole calde dove gustare piatti tipici liguri.

Ma non solo Genova, tutta la Liguria è stata meta di molti visitatori nel weekend di Pasqua. La bellezza delle Cinque Terre e di Portofino, in particolare, ha attirato molte persone, tanto che il sindaco di Portofino ha firmato un’ordinanza sindacale per evitare problemi di sicurezza. Invece, la sindaca di Riomaggiore ha chiesto una “legge speciale” per controllare i flussi turistici.

Il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno lavorato durante il weekend per far conoscere le bellezze della regione. Infine, il turismo in Liguria rappresenta un importante segnale di ripartenza dopo gli anni difficili del Covid e del lockdown.

Cosa fare e cosa vedere a Portofino

Situata nella parte occidentale del golfo del Tigullio, sotto all’omonimo promontorio, Portofino fa parte dell’Area Naturale Marina Protetta posta ad est di Genova. Questa località turistica rappresenta una delle principali attrattive della Riviera Ligure.

Il borgo di pescatori affacciato sulle acque cristalline dell’omonima baia è un simbolo della tipica frazione marinara, ed è possibile visitarlo anche in un solo giorno.

Portofino: Centro Storico

La parte vecchia del borgo conserva ancora la struttura di una tipica colonia Romana, apprezzabile nei numerosi reperti antichi che caratterizzano il centro storico. La famosa Piazzetta di Portofino, sulla quale si affacciano eleganti negozi, ristoranti e bar, è il simbolo di Portofino ed è stata classificata come locale storico d’Italia, grazie al suo valore culturale che l’ha resa famosa in tutto il mondo.

Chiesa di San Martino

Nella parte più antica del centro storico si trova la chiesa di San Martino, edificata nel dodicesimo secolo in onore di San Martino di Tours. Dopo avere salito la lunga scalinata di fronte alla facciata, è possibile ammirare la navata interna, finemente decorata sia lateralmente che nelle volte ornate da affreschi policromatici.

Oratorio di Santa Maria Assunta

Un altro monumento che non può essere trascurato è l’oratorio di Santa Maria Assunta, uno splendido esempio di stile gotico che spicca sul panorama delle montagne circostanti.

Chiesa di San Giorgio

La chiesa di San Giorgio è una meta molto interessante per la sua architettura romanica, costruita a picco sulla suggestiva scogliera del promontorio. Custodisce le reliquie del santo e un tempo ospitava numerose opere d’arte, molte delle quali purtroppo andate perdute.

Castello Brown

Tramite la salita alla chiesa di San Giorgio, è possibile raggiungere, dopo una passeggiata di circa dieci minuti, il Castello Brown, un’antica fortezza che domina il paesaggio sottostante.

Il mare di Portofino

Il mare è ovviamente uno degli aspetti principali del borgo, ed è possibile visitarlo partendo dal porticciolo dove sono ancorate le tradizionali imbarcazioni dei pescatori affiancate dai lussuosi yacht dei turisti miliardari che sono soliti trascorrere qui lunghi periodi di vacanza.

Da non perdere sono le incredibili acque cristalline dell’omonima baia, che hanno reso famosa questa località in tutto il mondo.

Il Parco di Portofino è un’area protetta di circa 1500 ettari con più di 80 km di sentieri, 700 specie di piante diverse e una moltitudine di ecosistemi che ospitano una varietà di animali. Il suo paesaggio costiero è descritto come straordinario, meraviglioso e stupefacente. La zona del parco è un perfetto connubio tra mare e montagna e offre una totale armonia tra mondanità, arte, spiritualità e fascino glamour. Visitando le città circostanti come Camogli, Santa Margherita e Portofino, si può apprezzare l’incanto della zona e si arriva alla conclusione che il Parco di Portofino rappresenta una delle espressioni più entusiasmanti di un paesaggio costiero.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3