Joker Il Film in onda su Italia 1 il 27 marzo 2024: Trama e Curiosità

Scritto da Alessandro Tavani, 27 Marzo 2024 - Tempo di lettura: 4 minuti

Jocker, il film in onda su Italia 1 Mercoledì 27 marzo 2024: interpretato dal famoso attore Joaquin Phoenix, trama e recensione

Film Jocker diretto da Phillips che esplora il mondo degli antieroi dell’universo DC Comics e trascina lo spettatore in un turbine di emozioni altalenanti, che passano dalla vergogna e umiliazione alla tristezza e disagio, fino al nichilismo che si trasforma in rabbia, culminando nell’apoteosi della rivincita personale attraverso il riconoscimento di una nuova vita, sia creativa che criminale, appena iniziata.

Ecco come nasce Joker, il famoso cattivo della DC Comics

Ecco come nasce Joker, il famoso cattivo della DC Comics

Trama del Film Joker

Il film  Joker del 2019, diretto da Todd Phillips e interpretato da Joaquin Phoenix e Robert De Niro, appartiene al genere thriller drammatico e giallo.

Nella Gotham City dei primi anni ’80, dove il crimine e la miseria dilagano mentre i ricchi vivono agiatamente sopra tutti gli altri, vive Arthur Fleck che abita in un fatiscente edificio con la sua anziana madre, guadagnandosi da vivere vestito da clown per le strade della città, mentre coltiva il sogno di intraprendere la carriera di comico. Tuttavia, la sua esistenza è segnata da un costante senso di dramma: è sistematicamente ignorato, maltrattato e deriso da coloro che lo circondano. Afflitto da un tic nervoso che lo induce a scoppiare in risate incontrollabili, Arthur si ritrova isolato e estraneo dalla società che lo circonda.

Un giorno, spinto oltre il limite dalla sua condizione di emarginato, Arthur (Joker) compie il suo primo atto criminale reagendo con violenza, impugnando una pistola ed uccide tre giovani broker di Wall Street sulla metropolitana che lo stavano molestando. Questo gesto viene interpretato come un attacco all’élite di Gotham, che diversi cittadini supportano e mentre le forze dell’ordine di Gotham City lo cercano come un criminale in fuga, la popolazione lo innalza a figura eroica, vedendolo come un simbolo della rivolta degli emarginati contro l’arroganza e la ricchezza dell’alta società.

Arthur viene poi portato a credere di essere il figlio illegittimo di Thomas Wayne, secondo una lettera scritta da sua madre Penny a lui. Thomas lo nega, e dopo che Arthur visita l’Arkham Asylum per scoprire la verità, scopre che Penny era solo delirante e che lui venne adottato e maltrattato dalla donna quanto era solo ancora un bambino. Dopo aver scoperto le sue origini, Arthur si reca all’ospedale dove lei è ricoverata e la soffoca a morte.

Arthur riceve un invito a partecipare allo show di Murray. Prima dell’evento, compie un altro atto di violenza ed uccide un ex collega, l’uomo che gli aveva fornito la pistola utilizzata negli omicidi in metropolitana. Successivamente, viene braccato da due detective incaricati delle indagini sui crimini commessi. Tuttavia, durante il loro inseguimento, i due poliziotti vengono attaccati da manifestanti travestiti da clown, che proteggono Arthur.

Durante la sua apparizione nello show di Murray, Arthur, nei panni dell’ormai conosciuto Joker, confessa pubblicamente gli omicidi commessi, manifestando apertamente la sua rabbia nei confronti del conduttore. La situazione precipita quando Arthur uccide Murray di fronte al pubblico attonito. Viene immediatamente arrestato, ma riesce a liberarsi grazie all’aiuto dei suoi sostenitori, che hanno iniziato a seminare il terrore in città.

Uno dei seguaci di Arthur si rende protagonista di un tragico evento, uccidendo Thomas e Martha Wayne di fronte al giovane Bruce. Questo gesto fa sì che Arthur diventi un simbolo e un eroe per una parte della popolazione, soprattutto per coloro che si sentono emarginati e esclusi dalla società.

Joker e Batman: come nasce il Cavaliere Oscuro

Uno di seguaci di Joker, alienato e ossessionato dalla distruzione, in un vicolo buio, aggredisce ed uccide il signore e la signora Wayne, davanti a un giovane Bruce impotente. È Joker stesso e le sue azioni a plasmare il destino di Bruce Wayne, trasformandolo nel futuro giustiziere della notte, Batman. La privazione dell’affetto dei genitori, il senso di colpa e il bisogno di riscatto creano le fondamenta su cui si costruirà il mito del Cavaliere Oscuro.

Curiosità sul film Joker

Portare sul grande schermo il personaggio di Arthur Fleck, meglio conosciuto come Joker, non è stata un’impresa facile per Joaquin Phoenix. L’attore si è trovato di fronte alla difficile sfida di dare vita a un personaggio con il quale il pubblico avrebbe faticato a relazionarsi. Tuttavia, la parte più complicata, secondo Phoenix, è stata incarnare la risata del protagonista.

Per prepararsi al ruolo, l’attore ha ammesso di aver trascorso molto tempo studiando il comportamento di persone affette dallo stesso disturbo patologico di cui soffre Arthur Fleck. Questo approccio gli ha permesso di cogliere nel modo più autentico possibile la complessità della risata del protagonista, che riesce a trasmettere tutta la disperazione e il tormento che affliggono il personaggio.

Un aspetto che ha contribuito notevolmente alla trasformazione di Phoenix è stato il drastico dimagrimento subito durante la fase di pre-produzione del film. L’attore ha perso ben 23 kg, adottando una dieta estremamente restrittiva.

Nonostante le sfide legate alla perdita di peso, Phoenix ha continuato a impegnarsi appieno nel progetto cinematografico, incontrandosi regolarmente con il regista Todd Phillips per discutere del film.

L’impegno e la dedizione di Joaquin Phoenix nel dare vita a Arthur Fleck hanno portato alla creazione di un personaggio iconico e indimenticabile, che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del cinema.

Colonna Sonora del Film Joker

La musica di un film, solitamente, viene creata dopo che il film stesso è stato girato e montato. Questo permette al compositore di adattare i suoni alla storia e alle immagini già esistenti. Prendendo spunto dal famoso regista Sergio Leone, che, prima ancora di iniziare a girare, chiede ai compositori di scrivere la colonna sonora dei suoi film per permettere gli attori di immergersi completamente nell’atmosfera del film, poiché la musica veniva suonata sul set durante le riprese.

Nel caso del film Joker, il regista Todd Phillips ha seguito questa stessa tecnica. Todd ha chiesto alla compositrice Hildur Guðnadóttir di creare la colonna sonora prima ancora di iniziare le riprese. Questo gli ha permesso di suonare la musica direttamente sul set, consentendo agli attori di vivere appieno le emozioni del film fin dall’inizio.

 

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Ecco tutte le novità e le nuove programmazioni di Pluto Tv previste per luglio 2024