Blue Moon nei cieli italiani e pugliesi, stasera l’evento (molto raro) della Super Luna Blu nel cielo stellato

Scritto da Maria Luisa Congiu, 30 Agosto 2023 - Tempo di lettura: 5 minuti

La Terra godrà di nuovo della Luna Blu quest’anno, una delle date è stasera del 30 agosto 2023: ecco cosa aspettarsi da questo evento astronomico

La definizione tradizionale di Luna Blu è quella stagionale e si riferisce alla terza luna piena (in una stagione che comprende quattro lune piene), almeno secondo quanto riportato dalla NASA. Ma non è questa la definizione che ci interessa: c’è né una seconda, nata da un fraintendimento della prima ed è la Luna Blu mensile, che si riferisce alla seconda luna piena all’interno di un singolo mese del calendario. La Luna Blu mensile è ora considerata la seconda definizione di Luna Blu, anziché un errore, secondo Time and Date.

Blue Moon nei cieli italiani e pugliesi, stasera l'evento (molto raro) della Super Luna Blu nel cielo stellato

Cos’è una Super Luna Blu intesa come evento eccezionale?

Un cenno sulla luna blu. Poiché il ciclo delle fasi della luna dura circa un mese, sperimentiamo tipicamente 12 lune piene ogni anno. Molte culture hanno dato nomi distinti a ciascuna luna piena del mese. 12 mesi, 12 lune piene, 12 nomi. Semplice, no? Ebbene, non esattamente. Qui entra in gioco la Luna Blu. Le fasi lunari in realtà impiegano 29.5 giorni per completarsi, il che significa che bastano solo 354 giorni per completare 12 cicli lunari. Quindi, ogni 2.5 anni circa, una tredicesima luna piena viene osservata all’interno di un anno solare.

Questa tredicesima luna piena non si conforma allo schema normale di denominazione e viene chiamata Luna Blu.

Quanto spesso si verificano le Luna Blu?

Contrariamente alla famosa espressione “una volta ogni morte di Papa”, le Luna Blu possono verificarsi relativamente frequentemente, almeno in termini astronomici. Le Luna Blu si verificano una volta ogni due o tre anni, secondo la NASA. Poiché ci sono circa 29.5 giorni tra le lune piene, febbraio non sperimenterà mai una Luna Blu mensile in quanto ha solo 28 giorni in un anno comune e 29 in un anno bisestile. A volte, febbraio non ha affatto una Luna piena, ed è ciò che viene chiamato Luna Nera, secondo Time and Date.

Questo evento speciale è la coincidenza di due caratteristiche insolite della luna: una superluna, che si verifica quando la luna appare più grande del solito, e una luna blu, ovvero la seconda luna piena in un mese.

La super Luna

La Super Luna più grande e più bella dell’anno si avvicina, con il nostro satellite che sarà a una distanza di 357.344 km dalla Terra. Il punto di massima vicinanza, noto come perigeo, si trova a circa 360 mila chilometri, mentre l’apogeo, il punto di massima distanza, è a 406 mila chilometri. Quando perigeo o apogeo si verificano durante il plenilunio, si verifica una Super Luna o una micro Luna. Un’altra peculiarità è legata al ciclo lunare di agosto, che comprende 5 fasi lunari e quindi due pleniluni.

Questo evento, non riconosciuto dalle tradizioni popolari, è stato chiamato “Blue Moon” o Luna Blu. Nonostante il nome, il colore della Luna rimane invariato, ma il termine “Blu” indica la sua rarità. L’incontro con la tredicesima luna dell’anno, che sarà anche una Super Luna, diventa quindi particolarmente significativo. La luna raggiungerà la piena fase la sera del 30 agosto, intorno alle 20.20, sorgendo da Est.

Gli amanti dell’astronomia hanno l’opportunità di sperimentare le superlune perché l’orbita della luna attorno alla Terra non è un cerchio perfetto. Di conseguenza, la distanza tra noi e la luna varia mentre essa compie il suo percorso intorno al nostro pianeta. Circa tre o quattro volte l’anno, la luna piena si verifica quando la luna è nel suo punto più vicino alla Terra, chiamato perigeo. Queste superlune appaiono più grandi del 7 percento rispetto alla media delle lune piene e del 14 percento rispetto a una luna piena nel suo punto più lontano dalla Terra, o apogeo.

Nonostante la “super luna blu” di mercoledì apparirà grande, coloro che si aspettano di vederla brillare di un colore insolito resteranno delusi. Durante una “luna blu”, la superficie lunare non cambierà il suo colore, ma gli osservatori possono comunque apprezzarne la rarità. L’ultima luna blu è accaduta nell’agosto 2021, e dopo quella di questo mese, una luna blu non tornerà fino a maggio 2026.

Ogni 29.53 giorni, la luna attraversa un ciclo completo delle fasi, passando da una luminosa luna piena a una scura luna nuova e tornando di nuovo a una luna piena. Poiché 29.53 giorni sono relativamente vicini alla lunghezza dei mesi nel nostro calendario, la maggior parte dei mesi ha solo una luna piena. Ma poiché il nostro calendario si basa sul movimento della Terra intorno al sole, e non sulle fasi della luna, i periodi non coincidono esattamente. Di conseguenza, talvolta vengono inserite due lune piene in un solo mese. (Febbraio, con solo 28 o 29 giorni, non può mai avere una luna blu).

È lo stesso motivo per cui, se ricevi uno stipendio ogni due settimane, a volte finirai per ricevere tre stipendi in un solo mese, poiché due periodi di paga da 14 giorni (28 giorni) non coincidono esattamente con la lunghezza dei mesi nel calendario. In sostanza, è ciò che succede mercoledì, ma a una scala cosmica.

La storia dietro la Luna blu

Quindi, se la luna non sarà effettivamente blu, qual è la storia dietro il nome colorato? Sebbene l’origine del termine venga spesso citata come una vecchia leggenda, non è proprio così, come scrisse Philip Hiscock, professore di folklore all’Università di Memorial in Canada, su Sky & Telescope nel 2012. In realtà, la storia del termine “luna blu” è “una vera e propria leggenda moderna, mascherata da qualcosa di antico”, scrisse Hiscock.

Nei primi anni del 1900, in luoghi come il Maine Farmers’ Almanac, il termine “luna blu” veniva usato per fare riferimento a un fenomeno correlato, quando quattro lune piene si verificavano in una stagione specifica, invece delle tipiche tre. In questi casi, la terza luna piena era conosciuta come “blu”. Tuttavia, nel 1946, l’astronomo amatoriale James Hugh Pruett interpretò erroneamente il termine in un articolo che scrisse su Sky & Telescope, usando il significato che conosciamo oggi. L’errore fu ripetuto diverse volte, soprattutto nel 1980 nello spettacolo “StarDate” di NPR, e alla fine la nuova definizione si affermò, insieme a un comune fraintendimento delle tradizioni popolari, che “si adatta alle nostre sensibilità moderne, compresa la nostra voglia di avere origini plausibili”, scrisse Hiscock. Da allora, il termine è stato utilizzato per riferirsi a tutto, dalla birra belga di stile bianco alla farfalla e persino a un romanzo.

“Luna blu” non è l’unico nome colorato per il nostro satellite naturale: quando si verifica una seconda luna nuova in un mese, alcune persone la chiamano luna nera. E ogni luna piena nel mese di aprile è a volte conosciuta come luna rosa.

Durante un’eclissi lunare, tuttavia, la luna appare davvero rossa, poiché la sola luce solare che la raggiunge è stata filtrata attraverso l’atmosfera terrestre, disperdendo le sue lunghezze d’onda blu. In un altro raro evento nel gennaio 2018, una superluna e una luna blu si sovrapposero a un’eclissi lunare, creando una luna dall’aspetto grande e color ruggine.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3