Cosa abbiamo capito dopo la prima stagione di “Stasera c’è Cattelan” su Rai 2

Scritto da Elvira Puglisi, 1 Aprile 2023 - Tempo di lettura: 3 minuti

Il nuovo late show di Rai2, Stasera c’è Cattelan, condotto da Alessandro Cattelan, è riuscito nell’impresa di creare un salotto televisivo che potrebbe diventare una valida alternativa a Che tempo che fa. Nonostante siano stati presenti sin dall’inizio alcuni elementi già noti, come giochi e interviste, il programma si distingue per l’approccio innovativo con gli ospiti. Cattelan ha lavorato duramente per evitare l’aspetto morboso e pornografico che spesso caratterizza i programmi televisivi pomeridiani, offrendo invece una prospettiva inedita e mai vista prima.

Nonostante l’esperienza passata in Sky, Cattelan ha tuttavia avuto un inizio difficile alla Rai. La prima apparizione in prima serata non è stata un successo, ma l’esperienza di Eurovision 2022 gli ha dato l’opportunità di dimostrare il suo talento. Infine, con il programma EPCC, Cattelan è riuscito a creare un format che mescola divertimento e leggerezza con intelligenza.

Alessandro Cattelan e Pierfrancesco Favino

La Rai rappresenta per Cattelan un’opportunità per costruire una solida carriera che si adatti alle sue peculiari doti di intrattenitore, in grado di catturare l’attenzione del pubblico giovane e di tutte le fasce d’età. Prima di arrivare alla Rai, Cattelan ha lavorato per Sky come conduttore di X Factor, esperienza che ha permesso di mettere in luce le sue doti di intrattenitore.

Il programma di Cattelan, Stasera c’è Cattelan, è stato in grado di mostrare il lato più intimo dell’intervistatore, che ha sempre mantenuto una grande riservatezza sulle sue vicende personali. Il pubblico ha apprezzato la sua capacità di mettersi in gioco e di creare un’atmosfera divertente e coinvolgente durante le interviste. In particolare, il gioco di domande e risposte tra Cattelan e Paola Turci, in cui l’intervistatore ha risposto alle domande rivolte alla cantante per aiutarla a superare l’imbarazzo, è stato molto apprezzato.

Nonostante la presenza di alcuni elementi comuni, come giochi e interviste, il programma si distingue per il suo approccio innovativo con gli ospiti. Cattelan ha lavorato duramente per evitare la presenza di contenuti morbosi e volgari spesso presenti nei programmi televisivi pomeridiani, offrendo invece una prospettiva originale e mai vista prima.

Guardando da puntata a puntata, non solo si ha il piacere di scoprire cosa gli ospiti sceglieranno di fare per divertirsi e intrattenere il pubblico, ma si ha anche l’opportunità di scoprire nuovi aspetti della personalità di Cattelan, notoriamente riservato e difficilmente incline ad aprirsi su argomenti personali. Inoltre, il programma presenta sfide divertenti, come quella in cui Filippo Tortu ha provato a battere la metropolitana milanese arrivando prima alla stazione, così come interviste memorabili come quella di Paola Perego a Giulio Andreotti con il celebre “presidente?”.

Piuttosto divertenti le puntate con ospiti Marco Mengoni, I soliti idioti, Giorgia, Filippo Tortu, Piefrancesco Favino. Nonostante alcune critiche iniziali riguardanti l’originalità del format, ciò che conta è la capacità di presentare l’idea in modo innovativo e adattarla al pubblico italiano, e in questo Cattelan e i suoi autori sono maestri. La speranza è che tutti gli ospiti in promozione possano scegliere di apparire in questo salotto televisivo, il quale rappresenta una validissima alternativa ai pochi altri programmi che offrono una piattaforma adeguata per gli ospiti di rilievo. Stasera c’è Cattelan è un programma televisivo bello e intrigante, che ha portato Rai2 a fare passi da gigante grazie alla freschezza di personaggi come Cattelan, Fiorello, Fagnani e De Martino.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3