Fleishman a pezzi: recensione della miniserie Disney+ tratta dal romanzo “Anatomia di una relazione”

Scritto da Valentina Fiordaliso, 2 Marzo 2023 - Tempo di lettura: 4 minuti

Fleishman a pezzi, serie televisiva tratta dal romanzo di Brodesser-Akner, è una delle migliori produzioni degli ultimi tempi. Trama e cast.

La storia ruota attorno a Toby Fleishman, interpretato da Jesse Eisenberg, un medico divorziato che cerca di gestire figli, lavoro e l’improvvisa scomparsa della sua ex-moglie Rachel, interpretata da Claire Danes. La storia parte dallo stereotipo del divorzio tra ricchi benestanti di Manhattan e si sofferma a riflettere sull’universo umano ai tempi moderni.

La serie affronta temi come la critica sociale, le storie di abusi, le nevrosi e le riflessioni sul passare del tempo. La scrittrice riesce a tenere in equilibrio una grande quantità di trame e personaggi, mentre gli attori offrono interpretazioni eccezionali. La nostalgia e il tempo sono elementi fondanti dell’intera generazione nata a cavallo tra la seconda metà degli anni Settanta e l’inizio del decennio successivo, l’ultimo scaglione della cosiddetta Generazione X. La maggior parte delle persone ha ancora conti in sospeso con l’adolescenza e questa serie lo dimostra.

Nella serie tutti i tasselli del puzzle guadagnano il loro posto, anche quelli che sembravano già piazzati, e la sceneggiatura introduce altri argomenti come i traumi legati al parto e le pressioni sulla maternità, solo per citarne alcuni.

La serie ha un inizio tipico di certe commedie “decisamente a narrazione maschile” con Toby alle prese con app d’incontri e cliché da borghesia nevrotico-ebraica a Manhattan. Tuttavia, la serie si distacca da questo stereotipo per diventare qualcosa di più grande, simile alle serie “Everything Everywhere All at Once” e “Russian Doll”, con cui condivide filosofia, mistica e persino alcuni elementi strutturali.

La sua ex moglie, Rachel (Claire Danes), è misteriosamente scomparsa, e il racconto si sviluppa attraverso una serie di flashback che rivelano il deteriorarsi del loro matrimonio.

La miniserie televisiva “Fleishman a pezzi” è trasmessa su Disney +, e racconta la storia di Toby Fleishman: tuttavia, la serie riesce ad andare oltre questo tema, offrendo una riflessione più profonda sul tempo, il rimpianto e la natura umana. Il personaggio di Libby, amica di Toby, è la narratrice della serie e rappresenta una controfigura della stessa autrice del libro. La serie è stata elogiata anche per la sua narrazione poetica e per la brillante interpretazione di Lizzy Caplan.

Fleishman a pezzi è una serie straordinaria che merita di essere vista. La scrittrice e gli attori hanno fatto un lavoro straordinario nel portare in vita una storia complessa e coinvolgente che riflette le sfide e le nevrosi della nostra epoca.

Trama di Fleishman a pezzi

La serie TV “Fleishman a pezzi” sta riscuotendo grande successo tra gli spettatori grazie alla sua profondità e alla qualità dell’interpretazione degli attori protagonisti. La trama si basa sull’omonimo romanzo di Taffy Brodesser-Akner e racconta la storia di Toby Fleishman, interpretato da Josh Eisenberg, un medico quarantenne che si trova a dover gestire i suoi figli da solo dopo la scomparsa della moglie Rachel, interpretata da Claire Danes. La serie è narrata dal personaggio di Libby, interpretata da Lizzy Caplan, un’amica di Toby che si è allontanata dal mondo mondano di New York per riflettere su ciò che ha rinunciato e ciò che ha guadagnato.

In particolare, la vicenda dell’ex moglie, all’inizio evitata, viene esplorata attraverso la prospettiva di Toby, per poi essere ribaltata in modo sorprendente da una mossa simile a Rashomon. Questa scelta narrativa porta la storia ad essere consegnata a Lizzy Caplan e soprattutto a Claire Danes, che offre una delle sue migliori interpretazioni.

L’interpretazione di Caplan viene descritta come aspra, profonda e pungente, e rappresenta il pilastro della serie. Senza di lei, e senza la scrittura aggraziata di Brodesser-Akner, la serie sarebbe molto meno ricca. Tuttavia, anche l’interpretazione di Claire Danes, che dà vita al personaggio di Rachel, contribuisce a dare spessore a ciò che sarebbe potuto sembrare superficiale e banale.

La serie si preoccupa della società dell’Upper East Side di New York e di tutti gli elementi che la caratterizzano, come i corsi di yoga, le costose scuole materne e le case negli Hamptons, ma la sua vera forza risiede nella profondità dei personaggi e nella loro capacità di riflettere sulle proprie vite e sulle loro scelte.

In un episodio in particolare, la serie si focalizza sulla scomparsa di Rachel, che lascia i suoi figli a casa di Toby per partire per un ritiro di yoga. La donna sparisce per settimane senza dare notizie, mentre Toby si occupa della carriera e dei figli e riallaccia i rapporti con Libby e il loro amico Seth, interpretato da Adam Brody. È in questo episodio che si coglie la vera portata dell’empatia di Brodesser-Akner, quando la satira inamidata della serie lascia il posto a un grande, straziato e disarmante sospiro di compassione.

La serie ha il merito di raccontare la storia di Toby e, allo stesso tempo, di far emergere la riflessione malinconica di Libby su ciò che già conosce e su ciò che ha scoperto. Grazie alla sua costruzione sapiente, “Fleishman a pezzi” rappresenta una sorpresa piacevole e una serie TV di grande qualità, che ha già conquistato il pubblico e che merita di essere vista.

La sceneggiatura è incredibilmente ben scritta, infilando temi importanti come i traumi legati al parto, le pressioni sulla maternità e la difficoltà di conciliare il lavoro con la famiglia in un sistema patriarcale. La serie non teme di affrontare temi complessi e difficili, ma lo fa con grande intelligenza e sensibilità.

Opinioni e spunti della serie

“Fleishman a pezzi” è una vera e propria chicca di Disney+, con una trama impeccabile e una dosatura attenta di ogni singolo elemento che compone la storia. Brodesser-Akner affronta con maestria ogni aspetto della vita, dalle difficoltà dell’essere genitori alla gestione della carriera in una società prevalentemente maschilista.

Le interpretazioni di Eisenberg e Danes sono straordinarie e la loro sinergia contribuisce a definire uno dei punti focali dell’opera. La narratrice onnisciente, interpretata da Lizzy Caplan, assume un ruolo di primo piano nella storia, scandendo le azioni di tutti i personaggi e rappresentando poeticamente le disillusioni giovanili degli adulti.

La serie esplora i meandri dell’animo umano, rivelando come l’amore possa trasformarsi in un sentimento distorto e infine morire tragicamente. Tuttavia, nonostante il pessimismo diffuso, la speranza non viene mai abbandonata. La serie suggerisce che la vita è effimera, ma anche che ogni cosa può cambiare se ci impegniamo a farlo. “Fleishman a pezzi” è una serie televisiva straordinaria che merita di essere vista. Mostra la bellezza e la durezza della vita e invita lo spettatore a non arrendersi mai alla rassegnazione. Una perla nascosta nel vasto oceano delle serie televisive, consigliata a tutti gli amanti del genere.

Dopo aver visto l’ottava puntata, il pubblico sperimenta una vasta gamma di emozioni, ma alla fine, la serie riesce a lasciare una sensazione di leggerezza e pace con il mondo: il tutto a dimostrare che, nonostante i traumi e i difetti, tutti possono trovare la forza per andare avanti.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto Al Sole Puntata del 27 e 28 Febbraio 2024