House of Gucci: quando Lady Gaga ha interpretato Patrizia Reggiani

Scritto da Daniela Palma, 9 Marzo 2023 - Tempo di lettura: 5 minuti

Il peccato di aver raccontato la tragica storia di una famiglia italiana nel modo più “americano” possibile. Bene Lady Gaga in House of Gucci.

Il mondo della moda italiana è stato sconvolto nel marzo del 1995 dall’assassinio di Maurizio Gucci, pioniere della celebre famiglia Gucci. Questo evento drammatico è stato recentemente portato sul grande schermo dal regista Ridley Scott, con il suo film “House of Gucci”, che ha attirato l’attenzione di pubblico e critica in tutto il mondo.

Il film è stato accolto con entusiasmo, ottenendo numerose candidature a premi prestigiosi, tra cui gli Oscar, i Golden Globe e i BAFTA. Solo in Italia, “House of Gucci” ha incassato 5,4 milioni di euro al box office.

Trama di House of Gucci

La trama del film si svolge negli anni ’70 e segue la storia d’amore tra Patrizia Reggiani e Maurizio Gucci, che porta alla loro unione in matrimonio e alla nascita dei loro figli. Patrizia, desiderosa di influenzare le politiche aziendali del marchio Gucci, tessera spericolate strategie che finiscono per incrinerare i rapporti familiari, innescando una spirale di decadenza, vendette e tradimenti che culmina in una tragedia.

“House of Gucci” è un thriller drammatico moderno che si concentra sulla famiglia Gucci e sui meccanismi messi in atto da una grande azienda a carattere familiare. Il regista Ridley Scott offre al pubblico una visione cruda e realistica di questa dinastia di successo, che alla fine implode sotto il peso della propria ambizione e dei conflitti interni.

Gli attori del film sono tutti eccezionali, ma Lady Gaga brilla in particolare per la sua interpretazione della protagonista Patrizia Reggiani. Il film è una prova della maestria di Ridley Scott, che riesce a trasformare una cronaca nera in una storia emozionante, coinvolgente e drammatica.

House of Gucci è un film imperdibile per chiunque sia interessato alla moda italiana e alla dinastia Gucci. Il film offre un’analisi accurata dei meccanismi del potere e delle dinamiche familiari che possono portare a una rovina irreparabile. La storia di Maurizio Gucci e della sua famiglia è una lezione sulla fragilità dell’essere umano e sulla forza distruttiva dell’ambizione.

Il ruolo di Lady Gaga e l’accento italiano

Lady Gaga si è impegnata molto per il suo ruolo in “House of Gucci”, il nuovo film di Ridley Scott che racconta la storia della famiglia e dell’impero Gucci concentrandosi soprattutto sulla vita di Patrizia Reggiani dal primo incontro con Maurizio Gucci fino all’omicidio su commissione dell’ormai ex marito. La popstar americana interpreta la protagonista del film, che ha dovuto studiare con un vocal coach per imparare l’accento italiano già da sei mesi prima di iniziare a girare. Lady Gaga ha anche spiegato che ha imparato dapprima il dialetto di Vignola e poi ha studiato cadenze più consone all’alta società di città come Milano e Firenze. Tuttavia, non tutti sono convinti che l’accento italiano della cantante sia perfetto: Francesca De Martini, la dialogue coach di Salma Hayek nella stessa pellicola, ha affermato che l’accento di Lady Gaga sembra più russo che italiano. Nonostante le critiche, Lady Gaga ha affermato che il suo sogno è recitare interamente in italiano, tanto da poter recitare in italiano.

Il film, che è uscito oggi al cinema, racconta la storia della famiglia Gucci e della caduta dell’impero della moda italiana. Il focus principale è su Patrizia Reggiani, innesto che sposta gli equilibri di famiglia quando sposa il figlio di Rodolfo, lavorando per la sua crescita e prevalenza aziendale. Il film è ispirato a fatti realmente accaduti, almeno secondo la giustizia italiana che condannò a più di vent’anni di carcere Reggiani. Nel cast ci sono anche Al Pacino, Jeremy Irons e Jared Leto.

Qualche critica, anche dalla stessa Patrizia Reggiani

Il film House of Gucci di Ridley Scott è stato uno dei più attesi dell’anno, che adesso sbarca su Prime Video. Tuttavia, secondo alcune fonti, il film non è stato realizzato per approfondire la storia della famiglia Gucci, ma piuttosto per il suo valore di intrattenimento. Il film segue la storia della coppia Patrizia Reggiani e Maurizio Gucci, con Lady Gaga e Adam Driver nei ruoli principali, e presenta una prestigiosa lista di attori tra cui Jeremy Irons, Al Pacino e Jared Leto.

Tuttavia, il film sembra avere un’atmosfera troppo “americana” che copre il vero contenuto della storia della famiglia Gucci, così come troppo caricaturale. Il film è stato girato interamente in Italia, ma è probabilmente destinato al pubblico americano o internazionale più che italiano. Inoltre, gli attori italiani parlano inglese con un accento simile all’italiano italiano, ma che potrebbe rendersi difficile da capire per chi non conosce l’italiano. Il film è meglio guardarlo in lingua originale per apprezzare appieno le interpretazioni degli attori e la vera essenza della storia.

La vera storia dietro l’omicidio

Il tribunale di Milano ha condannato Patrizia Reggiani a 29 anni di carcere per l’omicidio del marito, Maurizio Gucci, avvenuto il 27 marzo 1995. La donna, ex moglie del rampollo della nota casa di moda, è stata giudicata mandante del delitto, insieme a complici ed esecutori materiali. Il movente, secondo molti, sono stati i soldi. Gucci aveva infatti messo in atto una serie di operazioni finanziarie che avrebbero comportato un calo dei profitti dell’azienda. Reggiani, che aveva ricevuto dalla separazione una cifra considerevole, temeva di perdere il tenore di vita a cui era abituata.

Nonostante le prove raccolte durante l’indagine e il processo, Patrizia Reggiani non ha mai ammesso il suo ruolo nel delitto in tribunale, ma nel documentario “Lady Gucci” ha parlato apertamente di come aveva cercato qualcuno disposto a uccidere il marito. L’omicidio di Maurizio Gucci è avvenuto mentre l’uomo si recava al suo ufficio di via Palestro, a Milano. Venne colpito da quattro colpi di pistola e morì sul posto. Venne subito avviata un’indagine che si concentrò sui contatti di lavoro e gli investimenti fatti da Gucci, ma senza trovare alcuna pista utile.

La compagna di Gucci al momento del delitto, Paola Franchi, dichiarò in seguito che Patrizia Reggiani si presentò alla porta dello stabile in cui la coppia viveva, chiedendole di andarsene, e pretese che gli abiti del marito e la biancheria da letto venissero lasciati dov’erano. In pochi giorni, la Reggiani si trasferì nella casa arredata da Maurizio e Paola, portando con sé le loro due figlie. I messaggi minacciosi inviati da Patrizia Reggiani all’ex marito, rimasti incisi sulla segreteria telefonica, hanno ulteriormente rafforzato l’accusa nei suoi confronti. La condanna a 29 anni di carcere segna la fine di una vicenda che ha appassionato l’Italia per anni.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Ecco tutte le novità e le nuove programmazioni di Pluto Tv previste per luglio 2024