Tim Burton a Torino si racconta, dalle origini della sua carriera al bambino che è ancora in lui

Scritto da Alessandro Tavani, 10 Ottobre 2023 - Tempo di lettura: 3 minuti

Nell’occasione di una mostra dedicata al regista fino al prossimo aprile, Tim Burton si racconta e lancia delle anticipazioni interessanti

Quale scenario più suggestivo della Mole Antonelliana a Torino per accogliere il genio creativo del cinema Tim Burton? Il regista ha catturato l’attenzione del pubblico durante la presentazione della mostra “Il Mondo di Tim Burton” al Museo del Cinema di Torino, un’occasione unica per immergersi nell’universo visionario di questo eclettico regista, noto per capolavori come “Beetlejuice“, “Batman“, “Edward Mani di Forbice“, “La Sposa Cadavere” per citarne alcuni.

Tim Burton

Tim Burton

La mostra, che ha aperto al pubblico il giorno successivo, è stata anticipata da un prestigioso riconoscimento: Tim Burton ha ricevuto il Premio Stella della Mole e ha tenuto una masterclass presso il Museo del Cinema. Durante questa straordinaria manifestazione, il regista ha condiviso momenti speciali con i suoi fan, firmando autografi e scattando selfie mentre percorreva un tappeto violetto che ricordava una walk of fame.

“Il Mondo di Tim Burton” è un’occasione imperdibile per tutti coloro che amano l’arte, il cinema e l’immaginazione senza confini. La magia di Tim Burton si fonde perfettamente con l’architettura straordinaria della Mole Antonelliana, creando un’esperienza unica e indimenticabile.

A Torino una mostra dedicata a Tim Burton aperta dino ad aprile prossimo

Fino al 7 aprile 2024, gli appassionati del regista avranno l’opportunità di esplorare la mostra “Il Mondo di Tim Burton“, ideata da Jenny He in collaborazione con lo stesso Burton e adattata da Domenico De Gaetano per il Museo Nazionale del Cinema. Questa esposizione straordinaria ospita una vasta collezione di disegni, bozzetti e documenti provenienti dall’archivio personale di Tim Burton, offrendo una panoramica sorprendente della sua creatività.

La mostra a Torino dedicata a Tim Burton

La mostra a Torino dedicata a Tim Burton

La mostra è suddivisa in nove sezioni tematiche, ciascuna dedicata a un aspetto specifico della produzione artistica di Burton. Oltre 500 opere d’arte originali, molte delle quali mai viste prima, sono esposte, inclusi schizzi, dipinti, disegni, fotografie, concept art, pupazzi e installazioni a grandezza naturale. Questa straordinaria esposizione è un’opportunità unica per esplorare l’evoluzione della visione creativa di Tim Burton.

La Mole Antonelliana stessa è diventata una parte integrante dell’allestimento, trasformandosi in un set cinematografico che incanta gli spettatori. Le immagini oniriche proiettate all’interno dell’edificio, insieme alle inconfondibili musiche, conducono gli ospiti in un viaggio straordinario attraverso il mondo di Tim Burton. Il regista ha ammirato la riproduzione del suo studio nell’allestimento, descrivendolo come la perfetta manifestazione del suo immaginario.

Burton, durante la sua permanenza a Torino, ha mostrato una profonda affezione per la città, particolarmente per la pittoresca collina torinese. La sua presenza a Torino è stata un evento molto atteso, e l’entusiasmo del pubblico è stato evidente durante la masterclass e la passeggiata sul violet carpet davanti alla Mole.

Quali sono i mondi immaginari del regista e quali le sue fonti di ispirazione?

La mostra “Il Mondo di Tim Burton” offre un’immersione completa nei mondi cinematografici di Burton, dai suoi primi successi come “Batman” e “Edward Mani di Forbice” a opere più recenti come “Mercoledì”, la serie Netflix di grande successo. Emergono chiaramente gli aspetti dei personaggi “reietti incompresi,” una tematica ricorrente nei suoi film, incarnati da personaggi iconici come Edward Mani di Forbice, la Sposa Cadavere e Jack Skeletron di Nightmare.

Il presidente del Museo Nazionale del Cinema, Enzo Ghigo, ha elogiato l’investimento e lo sforzo profuso nella realizzazione di questa mostra eccezionale, sottolineando il suo contributo alla celebrazione di un grande artista di fama internazionale.

La mostra offre ai visitatori l’opportunità di seguire le tracce del regista attraverso il suo processo creativo senza limiti. È un’esperienza straordinaria che permette di comprendere l’evoluzione della visione unica di Tim Burton e di esplorare la sua straordinaria immaginazione visiva.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3