L’esercizio fisico è un’ossessione? Allora si può parlare di Bigoressia

Scritto da Maria Luisa Congiu, 15 Maggio 2023 - Tempo di lettura: 3 minuti

La bigoressia è una malattia che ha guadagnato riconoscimento dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nel 2011. Questa patologia può colpire sia gli atleti professionisti che quelli amatoriali che sono diventati dipendenti dall’esercizio fisico eccessivo. Tuttavia, la bigoressia rimane poco conosciuta in Francia. La “bigoressia” è una patologia psicologica che si manifesta attraverso un desiderio ossessivo di avere un corpo sempre più muscoloso e asciutto. Il termine deriva dall’unione di due parole: “big” in inglese significa “grande”, mentre “orex” in latino significa “appetito”, a indicare la fame di grossezza e la voglia di possedere un corpo sempre più muscoloso e definito.

Le cause. Ci sono diverse ipotesi che spiegano cosa porta a questa dipendenza dall’esercizio fisico. La prima ipotesi è il ruolo degli ormoni. Le endorfine, prodotte durante l’attività fisica, stimolano il circuito del piacere, che spiega la sensazione di benessere nelle persone che praticano uno sport e causerebbe dipendenza.

La seconda ipotesi suggerisce che la bigoressia avrebbe un’origine psicologica. Per alcuni, l’esercizio fisico allevia lo stress, l’ansia o il dolore legato a un evento. Con il tempo, questa abitudine diventa indispensabile e si trasforma in una dipendenza.

Infine, la terza ipotesi sostiene che la bigoressia potrebbe essere legata al complesso di Adone. L’allenamento intensivo è un modo per raggiungere un corpo “perfetto” e per aumentare la propria autostima. Modellare il proprio corpo, raggiungere un peso perfetto, costruire muscoli all’eccesso diventano ossessioni. La bigoressia è stata anche ribattezzata “Complesso di Adone“, dal personaggio della mitologia greca che rappresenta l’idea della bellezza maschile come perfezione fisica nelle forme estetiche. Gli individui affetti da bigoressia spesso si sentono prigionieri del proprio aspetto fisico, schiavi della propria immagine e del timore di sentirsi dire “Però, ti vedo un po’ più piccolo ultimamente”, il che può causare ansia e panico.

Sintomi e pericoli. A differenza di altre dipendenze, la bigoressia non si manifesta necessariamente in modo fisiologico. I sintomi includono un comportamento ossessivo intorno allo sport, un’ossessione per il proprio corpo e le proprie prestazioni, segni di ritiro dalle attività sportive e la mancanza di ascolto del proprio corpo. Le persone che soffrono di bigoressia dedicano sempre più tempo all’attività fisica, abbandonando la loro vita personale e professionale, portando all’isolamento sociale.

Questa patologia porta a una cronica insoddisfazione per il proprio aspetto fisico e ad un ossessivo timore di perdere i propri muscoli e il proprio stato di perfetta forma raggiunto con anni di allenamenti, diete e sacrifici. Per evitare di perdere la forma fisica, le persone affette da bigoressia si infliggono allenamenti pesanti, spesso molto lunghi, che portano a uno stato di sovra-allenamento, con conseguenze psicofisiche negative, e adottano diete o regimi dietetici estremamente rigidi, che spesso portano a un isolamento sociale.

La bigoressia può portare a disturbi dell’umore e ad alterazioni dei rapporti sociali, diventando un condizionamento a volte insostenibile oltre che nocivo, considerando che un uomo o una donna non possono certo vivere la loro vita in funzione di dieta e allenamento.

Il nostro consiglio per combattere la bigoressia

Prendere coscienza del fenomeno, informarsi, è un modo per proteggersi o per fare un passo verso il recupero. Come ogni dipendenza, la bigoressia può essere trattata con una terapia mirata da uno psicologo, un medico specializzato e/o un tossicologo. L’obiettivo non è quello di fermare completamente l’attività, ma di imparare a ritrovare il piacere e di ripristinare la libertà di scelta nella pratica.

Lo sport deve rimanere un piacere

Per non diventare una costrizione, non perdere mai di vista il motivo per cui hai iniziato a fare esercizio fisico. Mantenere il divertimento è essenziale. Ascolta il tuo corpo e trova momenti di piacere nella tua routine sportiva.

I medici parlano di una sorta di “anoressia inversa”, in quanto l’anoressica rifiuta il cibo in cerca di una costante e maggiore magrezza, spesso fino all’auto-annichilimento fisico, mentre il bigoressico cerca tutti i modi possibili per ottenere un volume muscolare sempre maggiore, vivendo nel terrore di perdere anche un solo etto di muscoli o di vedere crescere anche un piccolissimo “filo” di pancia che copra il “tartarugato addominale” tanto agognato e sudato.

Inoltre, spesso si verifica l’abuso di integratori alimentari come proteine, creatina, che favoriscono la crescita muscolare o il suo mantenimento, e nei casi estremi, steroidi anabolizzanti, GH e altre sostanze. Questo comportamento patologico può portare a disturbi dell’umore, a stati di angoscia e ad alterazioni dei rapporti sociali, diventando un condizionamento a volte insostenibile oltre che nocivo.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3