Arriva il Bonus revisione auto 2023: come richiederlo e a chi spetta. Scopri di più

Scritto da Alessandro Tavani, 5 Aprile 2023 - Tempo di lettura: 2 minuti

Un bonus che riguarda la revisione della propria auto, scopriamo a cosa è legato, chi può richiederlo e come funziona.

A partire da lunedì 3 aprile, gli automobilisti possono fare richiesta per ottenere il Bonus Revisione Auto 2023, conosciuto anche come Bonus Veicoli Sicuri. La misura era inizialmente destinata solo a coloro che avevano effettuato la revisione obbligatoria del loro veicolo nel periodo novembre-dicembre 2021.

Successivamente, il bonus è stato esteso a tutti gli interventi effettuati durante il 2022 e, a partire dal 3 aprile, anche a quelli effettuati nel 2023. Il bonus, che ha il nome ufficiale quindi di Bonus Veicoli Sicuri, prevede un rimborso di 15 euro per ogni revisione effettuata, fino a un massimo di due vetture per nucleo familiare. La richiesta del bonus può essere effettuata tramite la piattaforma digitale dedicata, disponibile sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Revisione auto obbligatoria: cosa è e a chi si rivolge

La revisione auto obbligatoria è un controllo tecnico periodico al quale tutte le auto immatricolate devono sottoporsi per legge. L’obiettivo di tale controllo è quello di verificare che il veicolo sia sicuro e rispetti i requisiti previsti dalla legge in materia di sicurezza stradale e inquinamento. La revisione può essere eseguita presso gli uffici della Motorizzazione Civile o presso le officine di riparazione meccanica autorizzate. Tuttavia, l’opzione dell’officina è disponibile solo per i veicoli con massa complessiva minore o uguale a 3,5 tonnellate. L’intervento è obbligatorio quattro anni dopo la prima immatricolazione e successivamente ogni due anni.

Durante la revisione auto, vengono effettuati i seguenti controlli: dispositivi frenatura, sterzo, visibilità, impianto elettrico, assi pneumatici sospensioni, telaio, effetti nocivi, identificazione veicolo, altri equipaggiamenti (clacson, cinture, etc.). Al termine della revisione, la Motorizzazione Civile o l’officina meccanica rilascia un tagliando da apporre sulla carta di circolazione del veicolo. L’esito della revisione può essere “regolare”, “ripetere” o “ripetere-sospeso dalla circolazione”.

Come richiedere il bonus revisione auto 2023 e a chi spetta

Il bonus revisione auto 2023 è stato introdotto a seguito dell’aumento dei costi della revisione auto presso i centri autorizzati. Il costo della revisione è aumentato di 9,95 euro a causa dell’incremento della tariffa ministeriale da 45 a 54,95 euro, passando da 66,88 euro a 79,02 euro, con un rialzo complessivo di 11,87 euro. Il bonus consente di recuperare questa maggiorazione.

Tutti i proprietari di veicoli che effettueranno la revisione auto nel 2023 possono richiedere il bonus. La richiesta può essere effettuata tramite la piattaforma online del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile. Per accedere alla piattaforma, è necessario disporre di un’identità digitale SPID o CIE 3.

Per richiedere il bonus revisione auto 2023, è necessario quindi seguire i seguenti passi:

  1. Accedere alla piattaforma digitale dedicata, disponibile sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  2. Inserire i propri dati personali e quelli relativi alla vettura per cui si richiede il bonus;
  3. Inserire il numero del tagliando della revisione effettuata e la data in cui è stata svolta;
  4. Allegare la copia del tagliando della revisione.

Una volta completata la procedura, la richiesta sarà inviata al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che provvederà a verificare i requisiti richiesti e a erogare il bonus entro 60 giorni dalla richiesta.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Terra Amara: Anticipazioni puntata del 27 e 28 Febbraio 2024