Quando è stato introdotto il Jenny Rovesciato? Qual è la sua particolarità?

Scritto da Elvira Puglisi, 2 Giugno 2023 - Tempo di lettura: 4 minuti

Il ritorno del “Jenny Rovesciato” è come un fulmine a ciel sereno nel mondo della filatelia. Questo prezioso francobollo, scomparso nel 1955 e riemerso misteriosamente, ha catturato l’attenzione di appassionati e collezionisti di tutto il mondo. La sua rarità e il suo valore stratosferico di centinaia di migliaia di dollari lo rendono un autentico tesoro da custodire gelosamente. L’annuncio del suo ritorno nella prestigiosa casa d’aste di New York ha scatenato una vera e propria corsa al “Jenny Rovesciato”, con i collezionisti pronti a lottare per avere l’onore di possedere questa leggendaria e unica creazione filatelica. Un’opportunità unica per entrare nella storia della filatelia e affondare le proprie radici nel fascino intramontabile di un pezzo raro e prezioso.

Il Jenny Rovesciato, noto anche come Inverted Jenny nella designazione in lingua inglese, è una rara variante di francobollo del valore facciale di 24 centesimi di dollaro, creato specificamente per il servizio di posta aerea inaugurato il 15 maggio 1918 sulla rotta Washington-Filadelfia-New York. La sua straordinaria rarità deriva da un errore di stampa nella vignetta.

Al fine di renderlo facilmente identificabile e per prevenire eventuali falsificazioni, dato il suo valore molto superiore a un normale francobollo di posta di prima classe dell’epoca, che costava soli 3 centesimi, si decise di stamparlo in due colori: rosso per la parte esterna e blu per la parte interna che raffigurava un aereo, il Curtiss JN-4 Jenny. Unendo questi colori al bianco della carta, si ottenne l’effetto di riprodurre i colori della bandiera nazionale statunitense. Per ottenere questo risultato, il foglio da 100 pezzi, con 10 francobolli su ciascun lato, veniva passato due volte nella macchina tipografica. Se accidentalmente fosse stato posizionato rovescio, avrebbe creato un’immagine complessiva invertita al centro del francobollo. A causa delle restrizioni di tempo nell’emissione del valore, almeno un paio dei fogli stampati in modo errato furono individuati dal personale e immediatamente distrutti, ma almeno uno di essi venne regolarmente recapitato agli uffici postali e successivamente distribuito.

Il Jenny Rovesciato ha ottenuto una certa popolarità nella cultura popolare. Ha persino una scena dedicata a esso nel film “Chi più spende… più guadagna!”, in cui viene acquistato per la cifra incredibile di 1,25 milioni di dollari e utilizzato per affrancare una cartolina. Questo dimostra il valore e il fascino che circonda questa rara e particolare varietà di francobollo.

Riappare nel catalogo di una casa d’aste di New York, il francobollo del valore facciale di 24 centesimi di dollaro del 1918 con l’immagine di un aeroplano capovolto, noto come “Jenny Rovesciato”. La sua rarità e il suo valore stimato di centinaia di migliaia di dollari suscitano interesse tra gli appassionati di filatelia.

Riappare improvvisamente negli Stati Uniti, era stato dato per “rubato”

Un evento senza precedenti scuote gli appassionati di filatelia: il ritorno del leggendario “Jenny Rovesciato”. Questo raro francobollo, considerato uno dei più preziosi stampati negli Stati Uniti, era scomparso nel nulla nel 1955, dopo un misterioso furto. Tuttavia, adesso riemerge dall’oblio, provocando un sussulto nella comunità dei collezionisti.

La notizia è stata resa pubblica dalla rinomata casa d’aste di New York, la “Spink Usa“, che ha annunciato l’inserimento del “Jenny Rovesciato” nel suo catalogo. La casa d’aste, tuttavia, si è astenuta dal fornire informazioni dettagliate sulla provenienza del francobollo, limitandosi a rivelare che lo ha ottenuto da un individuo che ne ha ereditato il possesso.

Il “Jenny Rovesciato” è stato prodotto nel lontano 1918 e rappresenta una vera rarità nella filatelia. La sua particolarità risiede nell’errore di stampa della vignetta, che ritrae un aeroplano capovolto. Inizialmente, il valore nominale del francobollo era di 24 centesimi di dollaro, molto superiore ai tre centesimi dei francobolli regolari, poiché era stato concepito per il nuovo servizio di posta aerea.

La denominazione “Jenny Rovesciato” deriva dalla versione in lingua italiana del suo nome originale, “Inverted Jenny”. L’errore di stampa che ha generato la sua rarità è dovuto alla decisione di realizzare il francobollo in due colori, rosso per la parte esterna e blu per la parte interna. La vignetta blu raffigura un aereo, il Curtiss JN-4 Jenny, e, combinata al bianco della carta, riproduce i colori della bandiera nazionale statunitense. Per ottenere questo effetto, il foglio da 100 pezzi, con 10 francobolli per lato, veniva passato due volte nella macchina tipografica. Se, per errore, fosse stato posizionato rovescio, si sarebbe ottenuta un’immagine complessiva invertita al centro.

Nonostante i tempi ristretti dell’emissione, che portarono alla distruzione immediata di almeno un paio di fogli erroneamente stampati, uno di essi riuscì a essere recapitato agli uffici postali e successivamente distribuito. Da allora, il “Jenny Rovesciato” è diventato un oggetto di grande interesse per i collezionisti, con un valore stimato di centinaia di migliaia di dollari.

L’annuncio del suo ritorno nel catalogo della “Spink Usa” ha scatenato una vera e propria frenesia tra gli appassionati di filatelia. I collezionisti di tutto il mondo ora si preparano a partecipare all’asta, sperando di poter aggiudicarsi questo autentico tesoro, simbolo di rarità e fascino nel mondo della filatelia.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3