Emma Stone, a Venezia 80 versione “monstre” nel segno delle sue trasformazioni cinematografiche

Scritto da Valentina Fiordaliso, 29 Agosto 2023 - Tempo di lettura: 4 minuti

Emma Stone torna protagonista nel ruolo di un mostro di Frankenstein e attesa al Festival di Venezia 80. Le sue trasformazioni più iconiche

Emma Stone, attrice dell’Arizona celebre per versatilità volto pulito, sta per tornare sul grande schermo come protagonista nel film “Povere creature!” diretto da Yorgos Lanthimos. Questa non è la prima collaborazione tra Stone e Lanthimos, avendo già lavorato insieme in “La Favorita”. Tuttavia, nonostante l’attesa per la sua performance sia alle stelle, l’attrice non parteciperà alla Mostra del Cinema di Venezia a causa dello sciopero degli attori.

Nel film “Povere creature!”, Stone interpreta il ruolo di Bella Baxter, un mostro di Frankenstein al femminile. La sua performance è attesa con trepidazione, e il film, tratto dal best seller di Alasdair Gray, si rivela essere una storia di emancipazione femminile audace e inaspettata.

Emma Stone in Povere Creature

Povere creature!

Nel nuovo film di Yorgos Lanthimos, “Povere Creature!”, si intrecciano elementi di rinascita e libertà attraverso la storia di una giovane donna di nome Bella, interpretata dalla talentuosa Emma Stone. La trama si sviluppa attorno alla figura di Bella, che viene riportata in vita dallo scienziato dottor Godwin Baxter, interpretato da Willem Dafoe. Inizialmente ingenua e curiosa, Bella desidera esplorare il mondo che la circonda, nonostante la protezione di Baxter. La sua sete di conoscenza la porta a fuggire con Duncan Wedderburn, un avvocato dissoluto interpretato da Mark Ruffalo, e insieme intraprendono un viaggio che attraversa continenti.

Il film, ambientato in un’epoca caratterizzata da pregiudizi e convenzioni sociali, mette in scena una storia di emancipazione femminile. Bella, liberata dagli schemi del suo tempo, lotta per l’uguaglianza e la liberazione, diventando un simbolo di audacia e determinazione. Questo è il cuore pulsante di “Povere Creature!”, una pellicola che sfida i confini e si pone come una metafora di rinascita.

L’opera di Lanthimos è stata selezionata per la competizione ufficiale della Mostra del Cinema di Venezia, rappresentando la terza partecipazione del regista alla prestigiosa manifestazione. Lanthimos ha lungamente sognato questo progetto, sin dai tempi in cui stava lavorando a “The Lobster”. L’incontro con l’autore del romanzo originale, Alasdair Gray, ha contribuito a plasmare la visione del film. Nonostante la morte di Gray alcuni anni prima della realizzazione del film, la sua influenza si fa sentire in ogni istante di “Povere Creature!”.

Emma Stone, nel ruolo di Bella, condivide la sua terza collaborazione consecutiva con Lanthimos, dopo “La Favorita” e il cortometraggio “Bleat”. L’attrice è stata entusiasta nell’interpretare un personaggio così magnifico e unico come Bella. Quest’ultima, nonostante le avversità e i traumi subiti, incarna la gioia e l’innocenza, rappresentando un personaggio che si libera dai condizionamenti imposti dalla società. Stone ha dichiarato che interpretare Bella è stata un’esperienza liberatoria e appagante, grazie alla sua profonda autenticità.

Quali sono stati i ruoli di Emma che ne hanno segnato anche un cambiamento?

Mia in “La La Land”,  un ruolo particolare in un film che l’ha portata alla ribalta e l’ha premiata con un Oscar. La premiere di “La La Land” al festival di Venezia nel 2016 ha segnato l’inizio di un incredibile viaggio che ha cambiato la vita e la carriera dell’attrice. Oltre a vincere il premio Oscar, Stone ha catturato il pubblico con il suo coinvolgimento nella lovestory musicale che ha conquistato i cuori di molti.

Emma Stone in La Favorita

Un altro film degno di nota nella filmografia di Emma Stone è “La Favorita”, in cui interpreta una donna del Settecento che si insinua tra le grazie della regina, diventandone l’amante e ottenendo il titolo di Lady. La sua performance le ha meritato una candidatura al Premio Oscar, dimostrando ancora una volta la sua abilità nell’affrontare ruoli diversi e complessi.

Tra i suoi successi, c’è anche “Crazy, Stupid, Love“, una commedia romantica in cui Stone recita al fianco di Ryan Gosling. Il film, disponibile su Netflix, presenta momenti epici e spassosi, e la chimica tra i due attori è palpabile. Nel film, interpreta Hannah, una giovane donna dal cuore infranto e dalla diffidenza. L’incontro con Jacob (interpretato da Gosling), un “esperto di seduzione”, cambierà la sua prospettiva, e la presa di Dirty Dancing diventa un’arma segreta che aggiunge una nota di romanticismo.

Un ruolo più recente che ha catturato l’attenzione è quello di Crudelia de Mon in “Crudelia” su Disney Plus, un’origin story che esplora le origini della celebre villain di “La carica dei 101”. Stone ha abbracciato il ruolo con entusiasmo, dando vita a una giovane stilista in erba pronta a sfidare una designer affermata. Interpretando Estella, una giovane stilista in erba desiderosa di sfidare il mondo della moda, Stone incarna la sua ambizione di detronizzare la temuta designer Emma Thompson. Il film esplora l’evoluzione di Crudelia verso il suo ruolo di villain, e gli abiti iconici sono stati curati da Jenny Beavan, vincitrice di un Premio Oscar per i migliori costumi.

“Birdman” è un altro film che ha mostrato il talento di Emma Stone, interpretando il ruolo di Sam, la figlia dell’attore fallito. Il film di Iñárritu è noto per il suo uso di lunghi piani sequenza, e Stone ha affrontato la sfida con determinazione, dimostrando la sua capacità di adattarsi a diverse situazioni di recitazione. Stone interpreta Sam, la figlia dell’attore fallito interpretato da Michael Keaton. La sua performance nel contesto di un film girato in un piano sequenza quasi ininterrotto di 16 tagli è stata un vero trionfo. Stone ha condiviso le sfide di lavorare in un ambiente così unico, dove ogni minimo errore richiedeva un nuovo inizio

Nel ruolo di Gwen Stacy in “The Amazing Spider-Man”, Stone ha dato vita a uno dei personaggi più amati dell’universo dei supereroi. La sua interpretazione è stata apprezzata dai fan e ha aggiunto un tocco di autenticità alla trasposizione cinematografica del fumetto. Sul set ha trovato più di un ruolo, trovando l’amore con Andrew Garfield, che interpreta l’Uomo Ragno. Anche se la loro relazione nella vita reale non è durata per sempre, il suo ruolo come Gwen Stacy è diventato iconico, rappresentando una delle migliori trasposizioni dei fumetti sul grande schermo.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3