Breaking Bad, ecco alcuni momenti irrealistici che sono diventati cult (anche senza volerlo)

Scritto da Valentina Fiordaliso, 28 Agosto 2023 - Tempo di lettura: 7 minuti

La serie “Breaking Bad” ha spinto i confini del realismo creando scene e momenti sbalorditivi, dai tratti indimenticabili. Da esplosioni e bombe letali ed incidenti aerei a rapine di treni impeccabili, questa avvincente serie ci tiene sempre sulle spine con degli audaci colpi di scena. Molti dei momenti chiave di “Breaking Bad”, come Walter White che fa esplodere la sede di Tuco e provoca una collisione aerea in volo, sfidano la credibilità degli spettatori spingendo al limite il confine tra realtà e finzione, ma riescono a mantenere il loro impatto narrativo.

Breaking Bad, ecco alcuni momenti irrealistici che sono diventati cult (anche senza volerlo)

La serie talvolta si avvicina all’auto-parodia, come nel caso della battaglia di Walt contro una singola mosca e l’ignoranza di Hank riguardo a un incidente automobilistico intenzionale.

Nonostante che il realismo di “Breaking Bad” sia occasionalmente interrotto da momenti implausibili, la storia avvincente e i personaggi continuano a catturare il pubblico.

Realismo ed Eccezioni in Breaking Bad

“Breaking Bad” è una serie eccezionalmente realistica, ma incorpora alcune scene assurde che, se “viste” in modo errato, avrebbero potuto compromettere la credibilità del capolavoro di Vince Gilligan. Nonostante le azioni sempre più malvagie di Walter White, il suo viaggio agrodolce risuona con il pubblico di ogni sfondo e, anche a oltre un decennio dall’episodio finale, “Breaking Bad” ha superato brillantemente la prova del tempo. Sia la trama che i personaggi si sono dimostrati senza tempo fino ad oggi, anche se certi episodi sfidano le aspettative degli spettatori.

Il concetto fondamentale di uno show come “Breaking Bad” richiede una certa sospensione dell’incredulità. Ad esempio, nel traffico di droga della vita reale, l’ossessione per il meth blu più puro e l’straordinaria intelligenza di Walter White non avrebbero avuto tanta importanza, poiché l’efficienza spietata e l’acume commerciale hanno la precedenza sulla perfezione chimica e il prestigio. Tuttavia, il realismo non è mai stato il punto focale principale di “Breaking Bad”, poiché è la narrazione della caduta di Walter White e le sue drammatiche conseguenze a spingere la storia avanti, spesso attraverso coincidenze costruite e colpi di scena stravaganti che pervadono tutte e cinque le stagioni dello show.

Walter White Fa Esplodere la Sede di Tuco (Senza Conseguenze)

Nell’episodio cruciale della quinta stagione “Una Mano Piena di Nulla”, avviene un momento significativo che mette alla prova la capacità dello spettatore di sospendere l’incredulità. Questo momento segna il punto in cui Walt abbraccia completamente il suo alter ego, Heisenberg, prendendo un passo audace: si rade la testa. Inoltre, si ribella al suo distributore di meth, Tuco Salamanca, demolendo ingeniosamente la sua sede con il fulminato di mercurio. Tuttavia, è altamente improbabile che il vero fulminato di mercurio possa generare una tale esplosione potente. Inoltre, considerate le circostanze, Walt avrebbe dovuto subire gravi lesioni da solo. Inoltre, sembra inverosimile che Walt potesse continuare senza sforzo le sue operazioni di droga illecite dopo un atto così audace, poiché altri criminali lo avrebbero logicamente visto come il bersaglio principale ad Albuquerque, guidati dalla vendetta e dall’invidia.

Il Cartello Trasforma la Testa di Tortuga in una Bomba Mortale

Nell’episodio della seconda stagione “Negro y Azul” di “Breaking Bad”, la testa di Tortuga, un membro del Cartello interpretato da Danny Trejo, viene decapitata e montata su una tartaruga. Questa creazione grottesca viene quindi fatta esplodere a distanza con l’intenzione di fare del male ai colleghi della DEA di Hank Schrader, portando in definitiva a vittime. Considerando le azioni spietate compiute dai cartelli della droga nella vita reale, non è del tutto implausibile immaginare una tale inquietante “testa bomba” come dispositivo realistico. Tuttavia, fino a questo punto della serie, “Breaking Bad” aveva appena iniziato a esplorare gli aspetti più strani e insoliti del mondo del traffico di droga. La detonazione della testa di Tortuga avrebbe potuto trarre in inganno gli spettatori, facendo loro aspettare un tono coerentemente bizzarro nel resto dello show.

Walter White Provoca un Incidente Aereo

Il punto di trama più ambizioso di “Breaking Bad” è la catastrofica collisione aerea sopra Albuquerque, testimoniata e involontariamente causata da Walter White. La collisione porta alla morte di 167 vittime a causa di un errore del controllore del traffico aereo Donald Margolis, che è ancora distrutto dalla morte di sua figlia Jane. Questa catena unica di eventi evidenzia l’estensione delle azioni di Walter White e mette alla prova la credibilità dello spettatore.

Fortunatamente, la tragedia è costruita lentamente negli episodi precedenti di “Breaking Bad”, e Donald Margolis viene introdotto abbastanza presto per far sentire la collisione aerea come una progressione naturale degli eventi piuttosto che una previsione fantastica. “Breaking Bad” enfatizza anche l’impatto della tragedia su Walter White, senza attirare eccessiva attenzione sulla sua probabilità nella vita reale. Tuttavia, se la probabilità viene ancora messa in discussione, incidenti aerei simili sono avvenuti nella realtà.

I Gemelli Salamanca Falliscono nel Loro Unico Compito

I cugini Marco e Leonel Salamanca, spietati gemelli impiegati come sicari da Hector Salamanca e Don Eladio, vengono ritratti in “Breaking Bad” come macchine spietate di uccisione con un passato di missioni mortali. Tuttavia, le loro personalità distaccate creano confusione quando falliscono nell’assassinio di Hank Schrader nell’episodio “Un Minuto” della terza stagione. Nonostante le eccezionali abilità di Hank, è illogico che Marco ritardi l’uccisione mostrando la sua ascia, permettendo a Leonel di essere disarmato da Hank. Questa azione contraddice la loro avversione per la teatralità, specialmente dopo aver subito un infortunio. Inoltre, Leonel perde l’opportunità di rompere il suo voto di silenzio ed esporre Walter White di fronte a Hank e alla DEA in ospedale, rinunciando così all’ultima possibilità di vendetta e scatenando il caos su Walt e la sua famiglia.

Gioca con una mosca

Walter White Si Scatena Contro una Mosca

L’episodio “Mosca” si distingue come uno degli episodi più controversi di “Breaking Bad”, poiché si concentra esclusivamente sui disperati tentativi di Walter White di eliminare una mosca solitaria che si è infiltrata nel laboratorio di Gustavo Fring. Pur presentando un approccio più realistico rispetto alla maggior parte degli altri episodi, l’episodio autocontenuto “Mosca” della terza stagione potrebbe essere visto come un intermezzo umoristico nel mezzo della trama principale. Questo episodio mostra l’ossessione di Walt per la perfezione, e la natura simbolica della mosca mette in evidenza il suo tragico rifiuto di lasciar andare. Tuttavia, la battaglia esagerata e insignificante di Walt contro una mosca potrebbe avvicinarsi all’autoparodia.

Hank Non Si preoccupa minimamente per l’Assurdo Incidente Automobilistico di Walt

Walter White vive diverse situazioni critiche durante “Breaking Bad”, mostrando forse una delle situazioni meno realistiche. Nel tentativo di impedire a Hank di incontrare Gustavo Fring e scoprire il suo laboratorio segreto, Walter provoca intenzionalmente un incidente automobilistico. Sorprendentemente, Hank non sospetta un complotto finché non si imbatte nel diario di Gale Boetticher, il che è abbastanza implausibile dato il suo talento da esperto agente della DEA focalizzato nell’abbattere Heisenberg.

Gus Fring Sopravvive a un’Esplosione (Per un Attimo)

Il finale della quarta stagione di “Breaking Bad” conclude il percorso di Gus Fring con la sua morte molto attesa. Sebbene il piano geniale di Walter White per trasformare Hector Salamanca in una bomba vivente, dopo una serie di tentativi di assassinio sabotati, sia notevole, la morte di Gus Fring sfida momentaneamente il realismo di “Breaking Bad”. Dopo essere emerso dalle conseguenze dell’esplosione, con metà del suo volto gravemente bruciato, Gus si aggiusta con noncuranza la cravatta prima di collassare senza vita a terra. Questa scena di morte stilizzata rende omaggio alla resistenza di Gus Fring e conclude efficacemente la sua storia, anche se si avventura brevemente nel reame del fantastico.
La macchina è anch'essa cult nella serie

Walt e Jesse Distruggono Prove Criminali con un Enorme Magnete

Nell’episodio di apertura della quinta stagione di “Breaking Bad” intitolato “Vivere Liberi o Morire”, Jesse Pinkman mostra la sua creatività superiore, superando Walter White. Suggerisce di utilizzare un enorme magnete per annientare tutte le prove delle loro attività illecite. Con l’assistenza di Old Joe, Walt e Jesse utilizzano un elettromagnete di dimensioni industriali per seminare il caos in una stanza delle prove della polizia, distruggendo con successo le prove. Anche se sembra fattibile, la semplicità della loro rapina al magnete sembra quasi improbabile, e la mancanza di ulteriori sviluppi sul crimine implica che le autorità lo abbiano rapidamente ignorato.

Walt e Compagnia Eseguono una Rapina a un Treno Impeccabile

La collaborazione di Walter White, Jesse Pinkman, Mike Ehrmantraut, Todd Alquist e Kuby contribuisce alla riuscita della rapina al treno nell’episodio “Merci Mortali” di “Breaking Bad”. Tuttavia, il successo della rapina al treno si basa ancora fortemente sulla sospensione dell’incredulità, poiché ci sono numerose variabili che potrebbero facilmente andare storte nonostante la conoscenza e la fortuna del team. Il fatto stesso di riempire il serbatoio del treno con acqua dopo aver svuotato il suo carico di metilammina senza che il conducente del treno lo sappia è un’impresa fantascientifica, anche secondo gli standard della quinta stagione di “Breaking Bad”.

Heisenberg Uccide i Cattivi con una Mitragliatrice Telecomandata

Nel suo ultimo confronto con Jack Welker e il suo gruppo, Walter White elabora un ultimo piano geniale. Contrariamente alla sua imminente morte, Walt abbraccia il suo destino lugubre e svela un notevole congegno: una mitragliatrice automatica telecomandata. Montata sul bagagliaio di una macchina, l’arma prende vita non appena Walt si infiltra nella sede di Welker. Pur essendo indubbiamente in linea con il suo genio eccentrico, l’inclusione di una mitragliatrice telecomandata serve come strumento stravagante per abbattere Heisenberg e l’antagonista finale in “Breaking Bad”. Fortunatamente, la morte poetica di Walter White, che avviene nel laboratorio di metanfetamina di Welker proprio mentre le autorità finalmente gli danno la caccia, riesce a compensare il modo piuttosto stravagante della sua morte.

Continua a leggere su ProgrammazioneTv.com


Anticipazioni Un Posto al Sole: Puntata del 27 e 28 maggio 2024 su Rai 3